lunedì 7 marzo 2011

Squeezing Linkedin - Spremere Linkedin è possibile

Scroll down for English version - thanks! 
Prossimo post/next post Venerdì/Friday March 11th






Linkedin può essere uno strumento molto potente su cui investire. A volte può sembrare solo troppo complicato comprendere come utilizzarlo per i vostri obiettivi. E anche dispendioso.  Io sono personalmente presente su linkedin: ho una rete abbastanza estesa di connessioni, e le persone con cui sono connesso, lasciatemelo confessare, sono quasi tutte VIP. Io sono solito promuovere i post dei miei blog su Linkedin e mi sono iscritto a diversi gruppi. Ma sento che mi manca qualcosa, non sto cogliendo tutte le opportunità offerte da questo social media professionale. Questo è il motivo per cui ho letto con interesse diversi post che ho trovato riguardo l’utilizzo redditizio di Linkedin e mi fa piacere condividerli con voi seguendo un percorso logico.
Ciò che sembra essere uno strumento molto autorevole sono i gruppi. Questo post, “Best practice for Linkedin Group managers”, entra in dettagli chiari su come poterne trarre vantaggi.
L’estrema sintesi di questo post è la seguente: i gruppi sono fondamentalmente una comunità, e tu, come ospite, dovresti nutrire questa comunità, senza essere troppo oppressivo né troppo assente. Gestisci il gruppo, cerca di stabilire un collegamento personale con ciascuno dall’inizio, puoi farlo: stabilisci le regole che ogni nuovo arrivato deve accettare e dai il benvenuto personalmente con un messaggio personalizzato – e fornisci news, informazioni, argomenti per le discussioni, oltre a moderare il dibattito se si scalda troppo. Utilizza i sondaggi per misurare la temperatura del gruppo e gli interessi dei soggetti. Condividi le nuove caratteristiche: prenditi il tempo per impararle e poi divulgarle ai membri del tuo gruppo. E promuovi il tuo gruppo anche su altri media come Facebook o Twitter.
Una seconda opinione circa le opportunità offerte da Linkedin è fornita da Lewis Howes e riguarda le “applications” che è possibile utilizzare. Qui potete trovare l’intero articolo, che può essere riassunto elencando le “applications” suggerite:
1)   Aggiungete il vostro blog
2)   Riproducete un video: può essere un CV video o un argomento che desiderate promuovere.
3)   Promuovete libri vostri o di qualcun altro, che siano direttamente collegati agli argomenti del gruppo. Utilizzate l’applicazione di Linkedin riguardo il libro che state  leggendo per qualificare la vostra reputazione.
4)   Sincronizzate Linkedin con Twitter.
5)   Caratterizzate i vostri eventi su Linkedin utilizzando LinkedIn Events app.
L’ultimo post che mi fa piacere citare viene da Mashable.com e fornisce 8 suggerimenti per gestire i gruppi di Linkedin . Il post è stato scritto da Jessica Faye Carter e qui trovate gli otto suggerimenti forniti (ancora una volta: per maggiori dettagli andate all’articolo originale):
1)   Utilizzate un tocco personale
2)   Stabilite delle linee guida per il gruppo, e difendetele.
3)   Lodate il buono ed affrontate il cattivo
4)   Aiutate i membri del vostro gruppo a promuovere se stessi
5)   Aggiungete nuovi argomenti per arricchire i contenuti
6)   Agevolate i contatti al di fuori di Linkedin e anche nella vita reale, quando possibile.
7)   Utilizzate lo strumento per valutare il clima
8)   Promuovete con coerenza il vostro gruppo e chiedete ai membri di fare la stessa cosa (dovete fornire valore, non dimenticatelo)
Un’ultima informazione riguardo Linkedin: forse lo sapete, ma forse no, che c’è un blog specifico interamente dedicato a Linkedin ed al suo utilizzo. Semplice il nome: Linkedin Blog, molto interessante.
Cosa conoscete di Linkedin? Come lo utilizzate? Quali benefici ne ricavate? Cosa potete condividere con noi?
Mentre vi prometto un futuro post su questo, mi piacerebbe chiedere il vostro contributo per ampliare ed approfondire l’argomento. Grazie!




English version




How to squeeze advantages out of Linkedin

Linkedin can be a very powerful media to invest on. It seems just to complicated to understa how you can use it for your goals. And too wasteful too. I’m personally present in linkedin and have quite a wide network of connection, and the people I’m connect with, let me confess, they are almost all VIPs. I use to promote my blog’s post on Linkedin and I subscribed several groups. But I feel something is missing, I’m not taking all the opportunities offered by this professional social media.
That’s why I welcomed several post I found on the profitable use of Linkedin and I’d like to share them with you in a logical path.
What seems to be a very authoritative tool are the group. This post, best practice for Linkedin Group managers, goes into sharp details to take advantage of them.
The extreme synthesis of the post is this one: groups are basically a community, and you, as the guest, should nurture this community without being too oppressive neither too absente. Manage the group, try to establish a personal link with everybody from the beginning –you can do that: set the rule that  you have to accept any newcomers and greet him personally with a customized message- and provide news, information, subjects for discussions, while moderating the debate in case it becomes too hot. Use poll to measure the temperature of the group and the interests of the subjects. Share new features: take time to learn them and disclose them to your group members.  And promote your group also on other media: like Facebook or Twitter.
A second view on the linkedin opportunies is provided by Lewis Howes and it’s about the application you can use. Here you can find the full article, that can be summarized by listing  the apps suggested:
1.     Add you blog
2.     Autoplay a video: it can be a video CV or a subject you want to promote
3.     Promote books, yours or someone else, directly connected to the subject of the group. Use the Linkedin application about the book you are reading to qualify your reputation.
4.     Synchronize Linkedin with Twitter.
5.     Feature your events on Linkedin using LinkedIn Events app.
The last post I’d like to quote comes from Mashable.com and suggest 8 tips for managing Linkedin groups.  The post has been written by Jessica Faye Carter and here the eight tips she suggested (once more: for a more detailed content go to the original article):
1.     Use a personal touch
2.     Set guidelines for the group, and defend them
3.     Praise the good and deal with the bad
4.     Help your group-members to promote themselves
5.     Add news feeds to enrich the contents
6.     Facilitate connections outside of Linkedin and in real life too, when possible
7.     Use the pool tool to evaluate the climate
8.     Promote consistently your group and ask members to do the same (you have to provide value, don’t forget)
Last news about Linkedin: you may know, or not know, that there is a specific blog fully dedicated to Linkedin and its use. Simple name: Linkedin Blog very interesting.
What do you know about Linkedin? How you use it? Which benefits did you get from it? What you can share with us?
While I promise a future post on it, I’d like to ask your contribution to widen and deepen the subject. Thanks!




Segui paolopugni su Twitter

4 commenti:

Enrico Tonetto ha detto...

Ciao Paolo.
Come sai sono presente da tempo sia su Facebook sia su LinkedIn.
Se all'inizio del mio utilizzo dei social network ho privilegiato Facebook (forse per un fatto di "moda"), ultimamente mi sto sempre più spostando verso LinkedIn.
Perchè ?
Premesso che mi interessano quasi esclusivamente gli aspetti professionali dell'utilizzo di questi strumenti, sto riscontrando molti limiti in Facebook. La difficoltà maggiore è quella di riuscire a selezionare i contatti sulla base dei miei interessi; inoltre lo strumento mi sembra che limiti l'approfondimento degli argomenti proposti. E' un pò frustante; si perde un sacco di tempo spesso senza ottenere ritorni.
Per contro trovo i gruppi di LinkedIn molto più focalizzati sul business. Sono gruppi più selezionati e si hanno maggiori opportunità di discussione concreta: di fatto li trovo molto più produttivi.
Insomma, mi sembra che Facebook si rivolga ad una platea molto ampia ma meno focalizzata, che LinkedIn sia un ambiente più ristretto ma più utile professionalmente.

Enrico Tonetto
http://www.enricotonetto.it

Adwice ha detto...

Grazie Enrico, grazie dell'approfondimento. Ci segnali i gruppi che ritieni più importanti?
Paolo

Enrico Tonetto ha detto...

Paolo,
tra i gruppi che seguo ti segnalo questi:

ACTA - Associazione Consulenti Terziario Avanzato

AISM Associazione Italiana Marketing

ATEMA - Association for Temporary Management

Computerworld Italia

Consulenza Marketing Gratuita

DigitalMarketingLab

Eccellere Business Community

ICT Sales Executives and Sales Managers

Il Commerciale - The Salesman

Istituto per l' Innovazione d' Impresa

Italian network for marketing, sales and communication by ADICO

LA PMI PER LE PMI - IL GRUPPO DI EHIWEB

ManagerZen

Marketing Consultants

MyMarketing.Net

ONE Consulenza Evolutiva

Professione Direttore Vendite Network

Sales Management Network

TEMPORARY MANAGEMENT ITALIA

Tri-venditori: commerciali del triveneto

Veneto ICT

Veneto-IN Social Business Club

WhosWho.it - database online dei migliori manager italiani

Professione Direttore Marketing Network

Prospektiv Temporary Manager Community

Sales Line

Ciao.

Enrico Tonetto
www.enricotonetto.it

Adwice ha detto...

Grazie Enrico, molto ricco!
Paolo

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...